SALVINA GAGLIARDO MEDICO CHIRURGO: OGGI HO DATO LE DIMISSIONI – Angelo Nocent

GLOBULI ROSSI COMPANY

Aggiornato di recente441Pictures1193

Sì, è proprio lei: la Dott.ssa SALVINA GAGLIARDO, fino a ieri medico chirurgo in un ospedale della Sicilia.

Ma è di OGGI, 25 AGOSTO 2016, la notizia su facebook
Pictures1189-001

In realtà, quando avevo il blog bloccato, il 28 Luglio 2016, circa un mese fa, ho potuto dare solo agli amici di facebook una notizia che ha raggiunto inaspettatamente nell’arco della giornata, ben 1424 persone, cosa che mi si verifica molto di rado. principalmente quando pubblico qualche scritto o commento che riguarda il Card. Carlo Maria Martini.

La notizia aveva preso il volo in formato cartolina:

1-Aggiornato di recente364-001

Ma la NOTIZIA-BOMBA l’aveva data lei:

Salvina Gagliardo 04“Oggi ho dato le dimissioni. Finalmente l’ho fatto. Ho rinunciato al “posto fisso” di cui tutti parlano e allo stipendio sicuro. Ho trascorso questi anni credendo che, prima o poi, qualcosa sarebbe cambiata.

Sognavo di svegliarmi e vedere che finalmente, in Sicilia, tutto era meravigliosamente “corretto”. Ma ogni sera mi…

View original post 517 altre parole

Ricordando Dominick

Condivido  pensieri dell’amica Elena nell’anniversario della scomparsa di Dominick.

A te figlio che non torni, oggi vorrei donare tutti i miei anni con occhi lucidi d’incanto in un sorriso senza tempo. Ma tu sei lontano. Silenzio casto la tua voce che inseguo in voli d’angeli su specchi di cielo. E nell’azzurro di un istante colgo musica d’eterno.

“Ora che tutto è cessato, amore mio, ho bisogno di silenzio per cogliere il tuo soffio infinito nella trasparenza della luce e viverlo in una rinascita che esalta la bellezza della tua giovinezza e cancella ogni passato nella sfera dell’Eterno”

Elena Salvatore Ferrante (la mamma di Dominick)

 

12108744_10205782981633575_1047442449948371604_n

13925064_1199901066729003_6246257866214081892_n

Auguro una serena festa dell’Assunta

I miei pensieri sono gli stessi di 3 anni fa.
Buona festa dell’Assunta amici cari.
Lucetta

"Semplicemente insieme"

Tutti si scambiano gli auguri di buon ferragosto….ma pochissimi che ti augurino una buona festa dell’ASSUNTA.

Non voglio assolutamente dimenticare che oggi in maniera particolare devo ringraziare MARIA,

salutandola con queste parole rubate con gioia da un foglietto trovato in parrocchia:

AVE MARIA, Madre del  “sì” offerto senza condizioni

Madre della tenerezza, del coraggio e della generosità

Madre di tutti gli uomini, fa’ brillare i nostri occhi della tua gioia

e infiamma la nostra vita della tua speranza.

Parlami del tuo cammino di fede per seguire il Dio d’amore.

AMEN

 

21cid_87151102a33f4941be4f860f2946610440pclucia

Con questa immagine cari amici vi auguro di riposarvi

e in questo periodo di riposo dare il tempo a ciò per cui non abbiamo mai tempo

e di contemplare ciò che lungo l’anno non sappiamo contemplare…..

Lucetta

 

Un pensiero per riflettere

I veri amici amano condividere i momenti preziosi che la vita riserva loro,

come le piccole cose dell’esistenza per cui vale…

View original post 16 altre parole

Lo Spirito giusto per salvarci dal caos.

Betania's Bar

Licia Troisi "Cronache del mondo emerso". Immagine: Leindimenticabilifrasideilibri Licia Troisi “Cronache del mondo emerso”. Immagine: Leindimenticabilifrasideilibri

Antonella Lumini “eremita urbana” ci dà una profonda lezione di spiritualità. Grazie anche per questo contributo-intervista, Lidia. Da leggere attentissimamente, ma è facile, per poter accogliere un po’ di più Uno Sconosciuto.

ROBERTO I. ZANINI

«Come a Ninive è tempo di mettersi in discussione, di aprirsi all’azione dello Spirito Santo. Il male che ci opprime, il disordine, lo smarrimento della società, per quanto grandi e pervasivi, non sono che un vortice di cupezza dentro un oceano di luce. Dobbiamo riconnetterci a quella luce. Questa è la prospettiva». Come gli abitanti di Ninive che hanno ascoltato Giona, «accogliendo lo Spirito cominciamo a divenire più consapevoli della nostra situazione, perché quella luce illumina». Lo Spirito genera in noi un’insopprimibile nostalgia di luce.

View original post 862 altre parole

Seminatori di speranza

Seminatori di speranza

Ogni giorno tristi notizie
scuotono le strade del mondo.
Ogni persona che incontriamo
ha sempre da raccontarci una lacrima sofferta.
Siamo tutti con gli occhi rivolti verso un’alba serena,
che però tarda a spuntare.
A noi, tuoi figli, o Signore,
hai affidato il compito di seminare speranza
dove c’è disperazione
poiché la tua grazia ha posto in noi
il seme fecondo che genera il mondo redento e salvato.
Aiutaci, Signore, ad essere ogni giorno
non diffusori di lacrimogeni,
ma banditori della Buona Novella che, nonostante tutto,
la storia sfocia in un giardino di salvezza,
perché è tenuta saldamente nelle tue mani .

(don Mario Giovanni Petruzzelli)

Non mandare a chiedere.

Assolutamente da condividere. Grazie Maurizio.

Betania's Bar


“Siamo in attesa di conoscere il numero degli italiani eventualmente coinvolti nella strage”. Mi imbarazza sentire questa frase, quasi un rito ogni volta che avviene un “accidente” all’estero. Ma i Morti sono i Morti…

Mi imbarazza ancora di più che i morti si “pesino”: che incidenza hanno avuto i poveri scomparsi delle Torri Gemelle che si sono dovuti vendicare con un numero “adeguato” di vite in Medio Oriente! Non molti anni indietro i periti nel genocidio dei Tutsi in Uganda furono diverse centinaia di migliaia in più, letteralmente un fiume di sangue. Non si può proprio dire che abbiano avuto l’attenzione di una paragonabile mobilitazione nemmeno umanitaria, tanto meno politica…

Ma è notizia di queste ore: le nove persone vittime a Monaco e le dieci volte più numerose trucidate nell’attentato a Kabul continuano a “meritare” trattamento mediatico ben diverso…

“Non può dirsi civile un paese in cui esista l’informazione”

George Ivanovitch Gurdjieff

View original post 180 altre parole

Per tutti coloro che sono di fretta e che non hanno tempo…….

Sono tornata a casa dopo le cure termali ed ho letto sui blog amici le riflessioni sugli eventi tragici di questo mese di Luglio. Cosa dirvi amiche ed amici carissimi? Non oso aggiungere nulla solo che mi convinco sempre più che dobbiamo rivolgerci a Dio perché è l’unico che può aiutarci e fare qualcosa per l’umanità. Invece di estrometterlo…. facciamolo entrare nella nostra vita, ricerchiamo la sua Amicizia. Un saluto a tutti. Lucetta

  Aiutami….a perdere tempo

Signore aiutami a saper perdere tempo : per guardare il cielo, gli alberi,
gli animali, per ascoltare  il cinguettio degli uccelli, i racconti degli altri, 
il silenzio o le urla di chi soffre.
Perdere tempo anche con Te non per chiederti qualcosa, ma per ascoltare
quello che vuoi dirmi , per ritornare semplice e trasparente.
Perdere tempo con i bambini , per imparare che il tempo non è mio ma Tuo.
Presenza di Dio e preghiera
 
Non è la solitudine dell’Himalaia che fa la preghiera.
L’essenza della preghiera è la compagnia di nostro Signore.
Più noi riusciamo a capire che egli è presente dappertutto,
che è dentro di noi, più noi pregheremo con facilità.
Non c’è pace così grande nell’anima quanto quella data dal pensiero
della presenza di Dio.
Che voi lo pensiate o no, Egli è sempre là.
Se volete imparare a pregare, domandate al Signore che ve lo insegni.
<< Ma chi sono io per chiedere un dono così grande?>>
Siete uno di quelli per i quali il Signore diede la vita,
e al quale pensa incessantemente giorno e notte.
Siete uno di  quelli ai quali Egli ogni mattina dà se stesso nella Santa Eucaristia.
Così io non vedo quale impenitenza ci sia in una simile richiesta.
Domandateglielo.
Nulla gli piacerà di più.
 
P. D. Considine

Lunga pausa estiva

Auguro un’estate serena a tutti coloro che passeranno di qui. Vi saluto condividendo il video e la riflessione sul dominio di sé. Ogni bene da Lucetta

“Le virtù maestose e degne di rispetto consistono in quel grado di dominio di sé che ci lascia attoniti per la sua sorprendente superiorità.”

ADAM SMITH

La riflessione di oggi

Adam Smith (1723-90) è noto soprattutto per le sue teorie economiche di stampo liberistico, ma ha scritto anche di etica, come nel caso di un’opera intitolata Teoria dei sentimenti morali. In essa trovo la battuta che ho sopra citato, una frase un po’ enfatica ma significativa. A tutti, infatti, è capitato di imbattersi in personalità che ci conquistano per la loro «sorprendente superiorità» e Smith ne ritrova la radice nel «dominio di sé». La sua osservazione ha un’indubbia verità. L’arte dell’autocontrollo, del saper frenare parole e atti impulsivi, è frutto di una fermezza grandiosa, di un’ascesi interiore, di un esercizio costante.

La sboccata superficialità dei dibattiti televisivi, l’incontrollata frenesia verbale di certi politici, pronti a smentire quello che hanno detto un’ora prima, l’agire inconsulto che genera danni spesso irreparabili non possono che far rimpiangere quel dominio di sé ormai andato smarrito. Bisogna, dunque, mettersi seriamente al lavoro su se stessi; si deve ritrovare la pratica dell’esame di coscienza e l’esercizio della virtù della prudenza. Un proverbio medievale diceva: Quidquid agis, prudenter agas et respice finem, qualsiasi cosa tu faccia, compila con prudenza, badando al fine, cioè al suo esito ultimo. Tuttavia, in conclusione, vorremmo anche aggiungere una piccola riserva: guai a quel dominio di sé che diventa orgogliosa e gelida autosufficienza! 

(Testo tratto da: G. Ravasi, Breviario laico, Mondadori)

Condivisione di “Fede libera”

FEDE LIBERA
 
Sono certo che Dio ha scoperto me, ma non sono certo se io ho scoperto Dio. La fede è un dono, ma è nello stesso tempo una conquista.
 
DAVID M. TUROLDO

riflessione di oggi
 
È di Dio e della fede che ora vorremmo parlare, consapevoli di riuscire solo a balbettare qualche parola come accade tutte le volte che ci si accosta al mistero, alla sua luce e al suo infinito. Ci siamo affidati a una considerazione di padre David M. Turoldo che punta diritto al cuore della fede e ai suoi due volti, dono e conquista. È, infatti, Dio che si muove per primo, anticipando la ricerca della sua creatura, tant’è vero che san Paolo citava una frase isaiana emblematica in cui il Signore affermava: «Io mi sono fatto trovare anche da quelli che non mi cercavano, ho risposto anche a quelli che non mi invocavano» (Romani 10,20).
 
Come dice Turoldo, è Dio che scopre noi, mettendosi sulle nostre strade, parandosi innanzi mentre stiamo vagando verso falsi miti o illusioni o distrazioni. Ma la sua manifestazione tranne in pochi casi (Paolo alla sua «via di Damasco») – non è sfolgorante e accecante, non costringe la nostra libertà a un assenso forzato e obbligato. Esige un’adesione personale, libera, anche faticosa. I nostri occhi devono aprirsi perché noi vogliamo vedere.
Come ricordava Dostoevskij, Cristo non è sceso dalla croce, come gli chiedeva la folla, perché «egli aveva sete di una fede libera, fiorita dal cuore e dalla volontà e non fondata su un prodigio». Il filosofo Søren Kierkegaard nella sua opera Timore e tremore (1843) osservava che «la fede è la più alta passione dell’uomo. Ci sono molti uomini che non arrivano fino ad essa, ma nessuno va oltre»

(Ravasi)

Preghiera

L’immagine con la preghiera sono doni dell’amica sr.Ivana. Lucetta

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 170 follower