Non c’è nessuno più fragile di chi si anestetizza con gli elogi che riceve.

Una persona intelligente non tiene conto degli elogi a buon mercato, preferisce una critica

onesta, fatta con l’intenzione di condurla verso la perfezione.

E’ sciocco colui che ingrassa per le lusinghe alla sua intelligenza, al

suo sapere, alla sua ricchezza o alla bellezza, e non sa che coloro

che ora lo lusingano poi lo scherniranno

per la sua mediocrità e la sua stupidità.

La vanità inebria, rende incapaci di essere autocritici e getta nel

ridicolo.

  Preferisci sempre una critica onesta ad una lode falsa.

(da: Ogni giorno la sua gioia

di S.J.Nobre)

Basterebbe avere un po’ di sincera umiltà e non si correrebbe alcun pericolo. Amiamo, infatti, la lode, l’illusione. Detestiamo le critiche che riteniamo sempre ingenerose, immeritate, ingrate. Bisognerebbe, invece, ogni giorno fare un poco di autocritica. Buon inizio di avvento a tutti. Lucetta

Annunci