A MADRE TERESA

Nuvola bianca

Tu sei

Angelo senz’ali

e mani d’erba

per gocce di rugiada

nelle tenebre dell’abbandono.

Affilato diamante

il tuo sguardo

sconfigge il male

trafiggendo d’amore

con tocco di cielo e terra

i gemiti della sofferenza.

Scrigno di carità

le rughe del viso

luminose

si schiudono

come conchiglie

nell’oceano infocato del dolore

per perle di refrigerio

all’arsura del rantolo.

Elena Salvatore

Annunci