Ricordando coloro che sono nella luce, ecco due poesie di Elena.

Davanti alla tua tomba

Velato il pianto

e muto ti racconta

all’oleandro che ti ripara accanto

Beltà di quiete

d’intorno e di cipressi

nell’aria sospesa di silenzio

che note ascolta d’un palpitare d’ali.

Invisibile carezza che

di rosa e spina fanno

profumo di bellezza.

Oltre l’istante” di questo nostro fragile tempo, la forza di ricominciare ci verrà data dalla luce della fede che con Sant’Agostino ci fa ripetere – C’è una continuità nella nostra vita che non si spezza. I morti non sono morti. Sono solamente passati dall’altra parte. – 

  Tornano i morti

Tornano i morti

Tornano e sono vivi

In dissolte sembianze

d’antico calore

fan presenza

nel vuoto che incombe.

 

Tornano e sono vivi.

In parole di sogno

a scaldare il silenzio

di notti di gelo e

nelle ore inclementi

che snodano i giorni

son faville di ceppi

e dolce tepore di un focolare

che veglia il dolore.

 

     Elena Salvatore Ferrante

    ( la mamma di Dominick )

            

Annunci