Il saggio accetta il mondo.

Il saggio accetta il mondo
così com’è,
senza paura
e senza obiettivi.

Si è riconciliato
con la fugacità
e non mira a ciò che va perso
con la morte.

Riesce ad osservare,
perché è in armonia,
e interviene per quanto richiesto
dal flusso della vita.

Sa distinguere: va o non va,
perché è senza obiettivi.

La saggezza è frutto
di lunga disciplina
ed esercizio,
tuttavia chi la possiede,
lo fa senza fatica.

È sempre in cammino
e raggiunge la meta,
non perché cerca.
Cresce.

Bert Hellinger

QUANTA STRADA DEVO FARE ANCORA PER DIVENTARE SAGGIA!!!!!

Un saluto da Lucetta

Annunci