“Secondo Anselm Grün il nucleo della felicità consiste nell’essere se stessi, senza essere ossessionati dal proprio ego. Non farsi illusioni. Accettare di non essere un eroe e non prendersi così sul serio. Cercare di lavorare nelle proprie debolezze, ma non accanirsi su di loro. Staccarsene. Accettarsi con le imperfezioni e le inevitabili contraddizioni. Infatti solo se tolleriamo noi stessi possiamo andare avanti, solo allora diventiamo umani. (Anselm Grun)

Sono d’accordo! Quante sofferenze eviteremmo se ci accettassimo così come siamo, cercando però di eliminare i nostri difetti senza accanimento e di migliorarci  senza l’ansia di primeggiare. Forse con questo atteggiamento riusciremmo anche ad essere più tolleranti verso gli altri. Lucetta

Annunci