Auguro una santa Pasqua con questo scritto di Fausto che ringrazio molto e lo condivido con voi. Lucetta

 

LA FESTA DELLA VITA

di Fausto Corsetti

 

La Pasqua del Signore, il suo “passaggio” dalla morte alla vita, la festa della vittoria sulla morte che Gesù ha vissuto per aprire all’umanità intera questo orizzonte di amore più forte dell’odio, di luce più forte delle tenebre, di vita più forte della morte! Gesù è risuscitato da morte per essere il vivente per sempre: colui che è nato e vissuto in mezzo a noi, colui che è stato crocefisso e sepolto, è risorto! Noi, forse, non siamo ancora in grado di capire quanto la morte sia terribile: è la fine di ogni rapporto, di ogni affetto, di ogni possibilità di incontro.

La morte è questo, ma Pasqua ci dice che ormai la morte è stata distrutta da Gesù e che la Risurrezione di Gesù è garanzia della Risurrezione di ciascuno di noi che muore. Quelle energie di vita che il Signore aveva manifestato guarendo i malati, dando la vista ai ciechi, sfamando gli affamati, risuscitando i morti hanno riportato oggi la vittoria definitiva sulla morte che ormai non ha più potere sugli uomini, ma è soltanto il “passaggio” dalla vita terrena alla vita eterna, da questo mondo al Regno di Dio.

Questo è il canto del cristiano nel giorno di Pasqua, festa delle feste, perché Cristo è risorto quale primizia di tutti noi, perché la vita ormai si è affermata e in ogni creatura è iniziato un processo, ancora segreto ma già reale, di trasfigurazione. Celebrare la Pasqua, festeggiare questo giorno di gioia grande vuol dire allora impegnarsi anche a vivere giorno dopo giorno come discepoli del Risorto, a testimoniare con il proprio modo di pensare, di parlare e di agire che davanti all’umanità si è aperto un futuro più grande, una realtà di vita in cui il male, il dolore, il peccato e la morte non avranno mai più l’ultima parola, perché l’ultima parola sul mondo è la vita piena annunciata dal Signore risorto!

 

Annunci